RECENSIONI IN BREVE

 

HARD BLUES DEPARTMENT

SHADOWQUEEN "Living Madness"

Per questo secondo album, gli Shadowqueen cambiano leggermente la formula del loro hard rock: vocals e scansioni ritmiche decisamente moderne ma un riffing che guarda spesso e volentieri agli anni ’70, con frequenti sconfinamenti nello stoner. In definitiva, una convincente miscela di classico e moderno, sempre abbastanza ruvida, su cui regna la sempre bellissima voce di Robbi Zanna: consigliato.

INDICE

Autoproduzione - 2017

 

HARD BLUES DEPARTMENT

GARY JEFFRIES "I Ain't Done Yet"

Il southern rock di Gary Jeffries (chitarrista con un passato in Alligator Stew, The Regulators, Asphalt Ballet) è modellato sui più classici standard del genere: Skynyrd, Allmann, Outlaws, mentre Georgia Satellites e Delta Rebels sembrano offrire il modello per le parti vocali sempre un po’ sopra le righe di Gary. L’originalità, insomma, non abita da queste parti, e anche se qualche canzone risulta troppo lunga o decisamente superflua, ogni scusa per fare una puntata verso il Sud del rock è bene accetta, almeno a me.

INDICE

Gator Jaws Records - 2017